Segui Sony Italia

Sony World Photography Awards 2021 - Annunciati i nomi dei giudici e le nuove categorie del concorso

Comunicato stampa   •   set 21, 2020 14:00 CEST

La mostra si terrà alla Somerset House dal 16 aprile al 3 maggio 2021

La World Photography Organisation ha il piacere di presentare la giuria dei Sony World Photography Awards 2021 e di rivelare le nuove categorie dei quattro concorsi, i termini per le iscrizioni e le date in cui si terrà la mostra dedicata.

Ormai giunti alla 14esima edizione, i Sony World Photography Awards sono una vetrina autorevole del settore, che celebra le migliori espressioni dell’arte fotografica dei dodici mesi precedenti per garantire ampia esposizione e opportunità professionali ai fotografi di tutto il mondo. Per Sony, promuovere gli Awards è un modo per coltivare costantemente la cultura fotografica, offrendo una piattaforma globale ai talenti di oggi. L’iscrizione è completamente gratuita e i partecipanti sono giudicati in forma anonima dai massimi esponenti del settore.

LA GIURIA 2021

La giuria internazionale di quest’anno racchiude innumerevoli conoscenze ed esperienze da svariati background fotografici. Questi i suoi componenti:

Concorso Professional: Mike Trow, curatore indipendente, photo editor e Presidente di giuria; Natasha Egan, direttore esecutivo del Museum of Contemporary Photography del Columbia College Chicago (MoCP); Sunyoung Kim, curatore del Museum of Photography, Seoul in Corea del Sud; Azu Nwagbogu, fondatore e direttore dell’African Artists’ Foundation; Lindsay Taylor, curatore della University of Salford Art Collection; Hannah Watson, direttore di Trolley Books e TJ Boulting.

Concorsi Open e Youth: Gastón Deleau, direttore del FOLA di Buenos Aires, Argentina.

Concorso Student: Kate Simpson, assistant editor della rivista Aesthetica.

NUOVE CATEGORIE

L’edizione 2021 degli Awards introduce nuove categorie per i concorsi Professional, Youth e Open e un tema rinnovato per il Concorso Student. La scelta di questi nuovi ambiti vuole essere un’occasione per parlare a un ventaglio sempre più variegato di fotografi contemporanei.

La nuova categoria del concorso Professional si intitola Portfolio. I fotografi dovranno presentare 5-10 scatti privi di collegamenti tematici o narrativi, ma in grado di evidenziare in modo chiaro e coerente le qualità e le competenze tecniche dell’autore. Inoltre, la categoria Architecture si espande con l’introduzione del tema Design, per offrire ai fotografi la possibilità di ritrarre spazi aperti, paesaggi urbani e interni, assecondando un approccio architettonico.

Il concorso Open,invece,si amplia con le due categorie Lifestyle e Oggetti. Lifestyle comprende rappresentazioni artistiche editoriali, fashion o familiari di persone in situazioni o eventi particolari, mentre Oggetti si interessa di fotografie di oggetti inanimati. Gli scatti commerciali e pubblicitari sono ammessi, purché evidenzino l’intento artistico del fotografo.

I temi mensili aggiornati del concorso Youth comprendono:

Natura e animali selvatici (settembre):

i migliori scatti del 2020 di natura, animali selvatici e panorami.

Street Life (ottobre):

immagini di paesaggi urbani con appariscenti graffiti, dettagli architettonici o istantanee della vita di tutti i giorni.

Persone (novembre):

ritratti in studio, spontanei o, addirittura, autoritratti.

Show Us Your World (dicembre):

tema libero: sono ammesse candidature su qualsiasi tema, argomento o soggetto.

Per quanto riguarda il primo incarico del concorso Student, i partecipanti dovranno presentare immagini sul tema Building a Better Future,immortalando storie di individui impegnati a creare un futuro migliore.

PREMI E SCADENZE 2021

Le candidature ai Sony World Photography Awards possono essere presentate a partire dal 1° luglio 2020. Per maggiori informazioni sul concorso e sulle categorie, visitare il sito www.worldphoto.org/swpa.

Questi i termini ultimi per iscriversi ai quattro concorsi:

Professional: 14 gennaio 2021

Open: 7 gennaio 2021

Youth: ogni tema mensile sarà valido dal primo all’ultimo giorno del mese (1° luglio – 31 dicembre 2021)

Student: 30 novembre 2020 (primo incarico)

Tutti i vincitori delle categorie Professional, Open, Youth e Student riceveranno un set di apparecchiature fotografiche digitali di Sony. Inoltre, i vincitori del titolo di Photographer of the Year e di Open Photographer of the Year riceveranno, rispettivamente, un premio in denaro di 25.000 dollari e 5.000 dollari. Gli scatti dei vincitori di categoria e dei finalisti saranno esposti a Londra in occasione della mostra annuale dei Sony World Photography Awards, che farà tappa in diverse parti del mondo, e pubblicati sul catalogo annuale.

IMMAGINI DISPONIBILI SU WORLDPHOTO.ORG/PRESS


CONTATTI PER LA STAMPA

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, CONTATTARE:

Inbal Mizrahi press@worldphoto.org / +44 (0) 20 7886 3087

NOTE PER LA STAMPA

SONY WORLD PHOTOGRAPHY AWARDS

Creati dalla World Photography Organisation e acclamati in tutto il mondo, i Sony World Photography Awards rappresentano uno degli appuntamenti più importanti per il settore fotografico internazionale. Aperti a tutti a titolo gratuito e ormai giunti alla 13esima edizione, gli Awards rappresentano un importantissimo sguardo sul mondo della fotografia contemporanea e offrono agli artisti, sia affermati che emergenti, la straordinaria opportunità di esporre il proprio lavoro. Inoltre, offrono l’occasione per riconoscere i fotografi più influenti al mondo attraverso il premio Outstanding Contribution to Photography; tra i vincitori degli anni passati figurano Martin Parr, William Eggleston e Nadav Kander. Infine, ogni anno nell’ambito della competizione si tiene, presso la londinese Somerset House, una prestigiosa mostra in cui vengono esposte tutte le immagini dei vincitori e dei finalisti. Per prenotare i biglietti, visitare worldphoto.org/sony-world-photography-awards-exhibition

WORLD PHOTOGRAPHY ORGANISATION

La World Photography Organisation è una piattaforma globale che lancia iniziative legate al mondo della fotografia. Attiva in 180 Paesi, persegue lo scopo di portare il dibattito sull’arte fotografica a un nuovo livello, celebrando i fotografi più talentuosi e i migliori scatti del pianeta. Le attività della WPO si fondano su relazioni durature intrecciate negli anni con professionisti e aziende partner leader del settore in tutto il mondo. La World Photography Organisation propone un ricco calendario di eventi annuali, tra cui i Sony World Photography Awards, uno dei maggiori concorsi fotografici a livello mondiale, e PHOTOFAIRS, fiere artistiche internazionali dedicate alla fotografia. Per maggiori dettagli, visitare www.worldphoto.org. Segui la World Photography Organisation su Instagram (@worldphotoorg), Twitter (@WorldPhotoOrg) e LinkedIn/Facebook (World Photography Organisation). I nostri hashtag da seguire sono #sonyworldphotographyawards e #swpa.

SONY IMAGING PRODUCTS & SOLUTIONS INC.

Sony Imaging Products & Solutions Inc. è una società controllata di proprietà di Sony Corporation che si occupa dei prodotti e delle soluzioni di imaging dell’azienda, dalle fotocamere consumer alle apparecchiature mediche, professionali o per il broadcasting.

LA GIURIA 2021

Mike Trow è commissioning picture editor e fotografo. La sua carriera ha avuto inizio come ricercatore e rappresentante di reportage per Colorific, prima di ricoprire il ruolo di picture editor per riviste come Bizarre e Jack. Nei 13 anni con British Vogue, ha guidato un team dedicato alla commissione, produzione e direzione artistica di tutti i ritratti e le immagini di accompagnamento del giornale. I suoi scatti sono stati pubblicati su Vogue e altre testate. Attualmente lavora come curatore, consulente, editor freelance e fotografo.

Dal 2011, Natasha Egan è il direttore esecutivo del Museum of Contemporary Photography del Columbia College Chicago (MoCP), dove aveva già ricoperto i ruoli di direttore associato e curatore a partire dal 2000. Ha organizzato più di cinquanta mostre, con un interesse particolare per l’arte e gli artisti asiatici contemporanei attenti a temi sociali quali ambiente, conflitti ed economia. È stata curatore ospite per la FotoFest Biennial del 2010 a Houston, curatore del padiglione statunitense per la Dubai Photo Exhibition del 2016 e curatore ospite per l’edizione 2019 della Lianzhou Photography Biennial in Cina. Il suo ultimo progetto curatoriale è l’esposizione In Real Life, dedicata all’analisi dell’impatto della computer vision sul mondo reale. I saggi di Egan sono apparsi su numerose pubblicazioni, come Beate Gütschow LS / S e Michael Wolf: The Transparent City. Per più di dieci anni, ha insegnato nei dipartimenti di fotografia e studi umanistici del Columbia College Chicago. Ha conseguito un BA in Studi asiatici, un MA in Studi museali e un MFA in Fotografia d’arte.

Dal 2010, Kim Sunyoung ricopre l’incarico di curatore e responsabile delle mostre e delle relazioni internazionali per il Museum of Photography di Seoul (MoPS). Possiede un Bachelor of Creative Arts della University of Melbourne e ha conseguito un MA in Teoria dell’arte presso la Korea National University of Arts. È stata co-curatore di Brassaï, Koudelka, Giacomelli: Romantic Melancholy e Greetings from South Korea, presentate rispettivamente alle edizioni 2019 e 2018 della Jimei x Arles International Photo Festival. Di recente ha organizzato un’esposizione chiamata The Centennial of Korean Art Photography 1920-2020, in programma allo State Russian Museum and Exhibition Centre (ROSPHOTO) a fine 2020 e al Lithuanian National Museum of Art nel 2022. Dal 2015, è responsabile della serie di mostre sugli artisti coreani emergenti basate sul Portfolio Open Call del MoPS. Ha co-pubblicato il libro Performance, Politics of Body: Criticism and Meta Criticism.

Azu Nwagbogu è il fondatore e direttore della African Artists’ Foundation (AAF), un’organizzazione non-profit con sede a Lagos, Nigeria. Ha ricoperto il ruolo di direttore ad interim/curatore capo dello Zeitz Museum of Contemporary Art in Sudafrica da giugno 2018 ad agosto 2019. Inoltre, è fondatore e direttore del LagosPhoto Festival, un festival annuale internazionale delle arti dedicato alla fotografia di Lagos. È il creatore di Art Base Africa, uno spazio virtuale per scoprire e approfondire le proprie conoscenze sull’arte africana contemporanea. Ha fatto parte della commissione giudicante per riconoscimenti del calibro di Dutch Doc, POPCAP Photography Awards, World Press Photo, Prisma Photography Award (2015), Greenpeace Photo Award (2016), New York Times Portfolio Review (2017-18), W. Eugene Smith Award (2018), Photo España (2018), Foam Paul Huf Award (2019) e Wellcome photography prize (2019) e ricopre abitualmente il ruolo di giurato per organizzazioni come Lensculture e Magnum. Negli ultimi 20 anni, ha curato le collezioni private di innumerevoli personalità di spicco e istituzioni aziendali in Africa. Ha conseguito un Master in Salute pubblica all’università di Cambridge. Vive e lavora a Lagos, in Nigeria.

Lindsay Taylor guida lo sviluppo strategico della University of Salford Art Collection dal 2013, occupandosi anche delle trattative per la realizzazione di collaborazioni chiave con artisti e organizzazioni artistiche nel Regno Unito e, sempre più, in Cina. È la pioniera di una nuova politica del collezionismo fondata su tre filoni, ossia Chinese Contemporary Art, About the Digital e From the North, che riflettono la sua missione di sostenere gli artisti creando una collezione che racconti la “storia di oggi”. I suoi campi di esperienza sono la cura di mostre e la costruzione di collezioni pubbliche di arte contemporanea. Ha commissionato nuovi lavori a svariati artisti britannici e cinesi continuando a fornire il proprio contributo al dibattito nazionale sullo sviluppo di collezioni contemporanee. Nel 2014 ha istituito un Graduate Scholarship Programme, ormai giunto alla settima edizione e pensato per supportare un numero limitato di artisti nel primo anno dopo la laurea. In passato, Lindsay ha lavorato per l’Harris Museum and Art Gallery di Preston, la Tate di Liverpool e la Walker di Liverpool. Attualmente fa parte del consiglio di amministrazione del Peter Scott Gallery Trust della Lancaster University e del comitato consultivo della Grundy Art Gallery di Blackpool.

Hannah Watson è il direttore della casa editrice Trolley Books e della galleria d’arte contemporanea TJ Boulting. Nel 2005 si è unita alla Trolley lavorando fianco a fianco con il fondatore Gigi Giannuzzi fino alla sua morte, avvenuta nel 2012. Fondata nel 2001, Trolley Books propone un’ampia gamma di titoli con storie uniche nel campo della fotografia, del fotogiornalismo e dell’arte contemporanea. Nel 2005, la casa editrice ha ricevuto un encomio speciale ai Kraszna-Krausz Book Awards per lo straordinario contributo fornito alla pubblicazione di libri di fotografia. La galleria d’arte TJ Boulting è stata fondata da Hannah e Gigi in occasione del trasferimento da Shoreditch a Fitzrovia nel 2011. Il suo programma sostiene e rappresenta artisti contemporanei emergenti in svariati campi, tra cui Juno Calypso, Maisie Cousins, Haley Morris-Cafiero, Poulomi Basu e Benedicte Kurzen. Hannah è anche Presidente del consiglio di amministrazione della Fitzrovia Chapel Foundation, in passato cappella del Middlesex Hospital di Fitzrovia e ora spazio secolare destinato all’arte e alla comunità. È presidente del Contemporaries Patron Committee della Photographers’ Gallery.

Gastón Deleau è fondatore e direttore del FOLA, uno spazio dedicato alla fotografia nel cuore di Buenos Aires. Fondato nel 2015, il suo obiettivo è promuovere il dialogo e gli scambi tra artisti internazionali con un programma di esposizioni, premi, pubblicazioni, festival, workshop e valutazioni di portfolio. Tra le esposizioni di maggior rilievo hanno trovato spazio Graciela Iturbide, Alberto García Alix, Vivian Maier, Chema Madoz e Frida, by Leo Matiz. Dal 2001, Deleau è coinvolto nello sviluppo e nel lancio di molte iniziative culturali e artistiche, tra cui: Gallery Nights, un tour culturale di oltre 100 gallerie d’arte; La Semana del Arte, una settimana di programmazione culturale e artistica speciale in Argentina e Perù; la Buenos Aires Photo Fair da lui diretta per 10 edizioni consecutive e seguita dal lancio di Lima Photo, la prima fiera fotografia del Perù, e IMPACT ART, una collaborazione con UNICEF Argentina e atleti internazionali come Leonel Messi, Emanuel Ginobili e Juan Martín del Potro.

Kate Simpson ha iniziato a lavorare per la rivista Aesthetica nel 2016. Oltre all’attività di autrice ed editor per il giornale, ha contribuito a una serie di pubblicazioni e concorsi annuali, tra cui l’Aesthetica Art Prize e il BAFTA-Qualifying Short Film Festival, conosciuti a livello internazionale. Ha collaborato con una serie di organizzazioni di alto profilo, come Apple e Magnum Photos, e realizzato servizi speciali con personaggi del calibro di Jenny Holzer, Stephen Shore e Edward Burtynsky. Simpson ha anche collaborato con alcune delle più grandi fiere fotografiche al mondo, tra cui PHOTOFAIRS, Rencontres d’Arles, Circulation(s) e Unseen Amsterdam, così come con istituzioni globali quali, tra le altre, il MoMA di New York, il Foam di Amsterdam, il Centre Pompidou di Parigi, la Tate di Londra e il Museum of Contemporary Art in Australia. Ha programmato lezioni ed eventi culturali su ampia scala, come l’Aesthetica Future Now Symposium, al fianco di relatori quali Martin Parr, Nadav Kander e Cornelia Parker OBE. È intervenuta in vari congressi sul tema delle pubblicazioni, del giornalismo e degli effetti dell’era digitale sulla cultura contemporanea, come il Frieze London e la Sotheby’s Arts Publishers Fair.

CREDITI FOTOGRAFICI

A PARTIRE DALLA FILA IN ALTO, DA SINISTRA A DESTRA:

© Ales Krivec, Slovenia, candidatura al concorso Open, Paesaggio, 2021 Sony World Photography Awards
© Dominique Weiss, Germania, candidatura al concorso Open, Paesaggio, 2021 Sony World Photography Awards
© Mark Harvey, Regno Unito, candidatura al concorso Open, Fotografia creativa, 2021 Sony World Photography Awards
© Jiangli Lou, Cina continentale, candidatura al concorso Open, Street Photography, 2021 Sony World Photography Awards
© Dan Gerard, Regno Unito, candidatura al concorso Open, Natura e animali selvatici, 2021 Sony World Photography Awards
© Jack Evans, Regno Unito, candidatura al concorso Open, Natura e animali selvatici, 2021 Sony World Photography Awards
© Viktor Einar Vilhelmsson, Islanda, candidatura al concorso Open, Paesaggio, 2021 Sony World Photography Awards
© Bright Andoh, Ghana, candidatura al concorso Open, Fotografia creativa, 2021 Sony World Photography Awards
© Joaquín Luna, Spagna, candidatura al concorso Open, Ritrattistica, 2021 Sony World Photography Awards
© Amish Chhagan, Regno Unito, candidatura al concorso Open, Natura e animali selvatici, 2021 Sony World Photography Awards
© Hadiyanto Nyali, Indonesia, candidatura al concorso Open, Ritrattistica, 2021 Sony World Photography Awards
© Rosaria Sabrina Pantano, Italia, candidatura al concorso Open, Fotografia creativa, 2021 Sony World Photography Awards

Sony Corporation

Sony Corporation è una “creative entertainment company” con solide fondamenta basate sulla tecnologia. Dal gaming e i servizi online, alla musica, al cinema, all'elettronica, ai semiconduttori e ai servizi finanziari - l’obiettivo di Sony è riempire il mondo di emozione attraverso il potere della creatività e della tecnologia. 

Per ulteriori informazioni relative a Sony è possibile visitare il sito http://www.sony.net.

File allegati

Documento PDF